L’11 giugno 2020 il CdA dell’Università degli Studi di Palermo ha finalmente approvato una proposta di innalzamento della soglia della “No Tax Area”. Abbiamo letto in vari articoli titoloni come: “due studenti su tre non pagheranno le tasse!”. E’ realmente così? Come capire se si è beneficiari di tale agevolazione fiscale e in cosa consiste?

La No Tax Area è un’area di reddito entro la quale non si paga il contributo onnicomprensivo, volgarmente conosciuto come “tasse universitarie”. Attenzione però €156 di bollo e tassa regionale devono sempre essere pagati.

Che requisiti sono necessari per rientrare in “No Tax Area”?

1) Avere un reddito inferiore a €25.000.

2) Per chi si iscrive al primo anno sono richiesti solo i requisiti patrimoniali (punto 1)

3) se si deve andare al secondo anno è necessario avere dato fra il 10 Agosto 2019 e il 10 Agosto 2020 10 CFU. Se si deve andare ad anni successivi al secondo averne dati 25 sempre tra il 10 Agosto 2019 e il 10 Agosto 2020.

4) NON essere iscritti all’UniPa da più di 4 anni, se si è iscritti ad una triennale, o più di 6 anni, per una magistrale a ciclo unico, o più di 3 anni per una magistrale normale.

Va inoltre ricordato che dall’anno accademico prossimo si potrà utilizzare l’ISEE corrente e non più quello dell’anno precedente.

Se il mio reddito è sopra i €25.000 ho delle agevolazioni fiscali?

Per chi ha un ISEE tra i 25.001 e i 30.000 saranno previste importanti agevolazioni fiscali, che appena uscirà il bando della contribuzione studentesca vi illustreremo come calcolare il contributo da pagare.

Come UDU Palermo – Unione degli Universitari non possiamo che essere soddisfatti di questo provvedimento, infatti già l’anno precedente avevamo portato in Consiglio degli Studenti la proposta di alzare la “No Tax Area” a €23.000 in risposta delle crescenti difficoltà economiche che già prima del Covid-19 il nostro territorio viveva. Tuttavia tale provvedimento giunge in ritardo e solo in risposta alla crisi causata dalla pandemia.

Ci aspettiamo quindi che questo sia un provvedimento permanente e non uno spot pubblicitario di un anno per far fare bella figura all’amministrazione in post emergenza. Alzare la No Tax Area è un nobile strumento di equità sociale. Garantire infatti alle studentesse e gli studenti che vertono in difficili condizioni economiche di poter comunque studiare e costruirsi un futuro, fa dell’Università una grande istituzione in grado di garantire mobilità sociale. Per tali ragioni ci aspettiamo che tale provvedimento non sarà rimesso in discussione negli anni successivi ma che anzi diventerà un pilastro del welfare studentesco dell’Università degli Studi di Palermo.

N.B: Il regolamento della contribuzione studentesca non è stato ancora pubblicato ufficialmente, questi riportati sono informazioni comunicate dal Rettore, tuttavia potrebbero esserci delle piccole modifiche poiché al livello nazionale si sta discutendo della rimodulazione dei CFU.

Per ulteriori informazioni potete contattare i nostri delegati al Diritto allo Studio nelle varie aree:

Scuola delle Scienze di Base: Manuela Perlotti 349 057 7702;

Medicina e Professioni sanitarie: Noemi Giardina 389 831 3538;

Ingegneria e Architettura: Federico Scannavino 389 925 9889;

Giurisprudenza: Francesco Faldetta 340 476 9557;

Scienze politiche: Andrea Vergottini 366 716 7668;

Sc. dell’amministrazione: Andrea Longo 327 339 2915 o Giuss Augello 351 514 7413;

Economia: Arianna Catalano 328 191 7870;

Psicologia: Eleonora Di Maria 320 068 3834;

Scienze della formazione: Irene Ferrara 388 490 8432;

Scienze dell’Educazione: Chiara Trapani 3889087976

Scienze motorie: Riccardo Alessi 327 823 8408;

Servizio Sociale: Martina Castronovo 389 645 4591;

Sc. della comunicazione: (Media e Ist.) Francesco Ganci 335 179 5786

Sc. della comunicazione (Cultura e Arti) Kaouther Aloui 389 635 2187;

Beni Culturali: Ester Lo Verso 327 319 8747;

Lettere: Enza Di Maria 329 850 7922.